Manca la neve, turisti prendo d'assalto mercatini Natale

(ANSA) - BOLZANO, 5 DIC - Mentre la stagione sciistica parte a singhiozzo a causa della mancanza di neve e le temperature miti, i turisti prendono d'assalto i mercatini di Natale. Dalle prime ore del mattina il traffico è rallentato su quasi tutta l'autostrada del Brennero in direzione nord. Per il ponte dell'Immacolata solo a Bolzano sono attesi 500 pullman, con il tutto esaurito negli alberghi. Il questore ha disposto servizi straordinari per la sicurezza con personale specializzato anche da fuori provincia.

Musei: 2015 record, oltre 40 milioni visitatori

(ANSA) - ROMA, 5 DIC - "Oltre 40 mln di persone hanno visitato nei primi 11 mesi del 2015 i luoghi della cultura statali, superando con un mese di anticipo l'intero 2014". Lo annuncia il ministro della Cultura Franceschini, "ora non disperdere risultati". I dati Mibact mostrano una crescita costante: già nel 2014 c'erano stati 2,5 mln di visitatori in più rispetto al 2013. E il 6/12 è atteso un nuovo picco per la prima domenica di dicembre, quindi ad ingresso gratis, che coincide con il ponte dell'Immacolata.

Magico Burgenland tra vino, natura e arte. Ecco Austria che non ti aspetti

Non solo Mozart e Klimt, non solo sci e Wiener Schnitzel, non solo Carinzia e Vienna. C'è un'Austria inaspettata e ancora poco conosciuta a tre ore di auto da Trieste e a due passi da Vienna e Bratislava. E' il Burgenland, terra di vini e di castelli ma anche di sport, natura e arte.
UN LAGO INCREDIBILE D'ESTATE E D'INVERNO - In una zona con 6 parchi naturali e un parco transfrontaliero e in cui un terzo del territorio è area naturale protetta la punta di diamante è il Neusiedl, unico lago di steppa dell'Europa centrale dichiarato con le zone circostanti patrimonio dell'umanità dell'Unesco e che i geologi ritengono il residuo dell'antico mar di Pannonia. Profondo appena due metri, con il fondale argilloso e fasciato dai suoi canneti è il regno - oltre che dei surfisti e dei velisti e dei pattinatori quando d'inverno diventa un enorme pista ghiacciata - di quasi trecento specie di uccelli per cui si organizzano dei veri "safari" per il birdwatching.
    Senza nemmeno sforzarsi ad aguzzare la vista nella minuscola e deliziosa cittadina di Rust sono le cicogne stesse a far visita ai cittadini facendo i loro nidi sui comignoli della case. "Le aspettiamo ogni anno - raccontano gli abitanti - e ogni anno c'è la gioia dei nuovi nati e anche la tenerezza di qualche anziano che non ce la fa più a fare voli lunghi e rimane con noi...". Ma Rust, dove le viti furono portate già dai romani, il vino è una cosa seria perché portatore di ricchezza e privilegi come quando nel '600 grazie a parecchi litri del suo Ruster Ausbruch inviati all'imperatore Leopoldo I ottenne il rango di città libera.
    VINI SUPERSTAR, DAL BLAUFRANKISCH ALL'EISWEIN - Proprio in questo periodo dell'anno, a partire dal giorno dell'estate di San Martino si festeggia il battesimo del vino novello con degustazioni nelle vinerie e nella cantine. Varie sono le star del vino pannonico, che vanta viti benedette da 300 giorni di sole l'anno e tanti proprietari dediti alla biodinamica e alla sostenibilità: dal rosso Blaufrankisch, noto da dodici secoli, e al bianco Gruner Veltliner fino all'antichissimo Uhudelr ma le vere sorprese sono i vini dolci (non da dessert ma più da paté o formaggi o da meditazione) come l'Eiswein (vino di ghiaccio con l'uva raccolta quando il termometro va a -7 gradi) oppure il Trockenbeerenauslese (frutto di chicchi impreziositi dalla muffa nobile del lago). "Ma qui da noi non c'è solo vino - dicono i gestori della casa Haus am Kellerpaltz, che unisce una vinoteca che serve al bicchiere una sessantina di vini diversi a un ufficio del turismo - ma è anche il regno delle ciliegie: ne abbiamo 18 tipi di cui 8 Slow Food da cui vengono prodotti una quarantina di prodotti diversi". Nella zona si coltiva anche lo zafferano pannonico e anche una serie di altre spezie. E soprattutto tutto si sposa con una gastronomia raffinata e dai tanti prodotti tradizionali. Da segnalare il famosissimo Alain Weissgerber del Relais e Chateaux Taubenkobel (www.taubenkobel.com) dove si può gustare anche un imperdibile mix di crudità di pesci del lago e lo chef Fritz Tosch del Nyikospark che propone tra l'altro un trio indimenticabile di fegato d'oca (www.nyikospark.at).
    ARTE E MUSICA, DAGLI ESTERHAZY ALL'ITALIANO BERTONI - Nel capoluogo Eisenstadt, la "città di ferro" così chiamata per le sue inespugnabili mura, sono tante le chicche di storia e di arte. Il castello barocco offre uno spaccato della corte degli Esterhazy e ospita la Sala Haydn (una delle migliori come acustica in tutto il mondo) e nei sotterranei il più grandi museo del vino d'Austria e il più antico torchio del Burgenland.
    Oltre ad Haydn, di cui gli appassionati non possono peredere la casa museo, fra le antiche mura del castello si formò anche l'altro genio della musica pannonica: Franz Liszt. Ma l'arte del Burgenland è anche molto contemporanea e in un caso ha radici italiane: a Windem am See c'è infatti il giardino dell'artista Wander Bertoni (www.wanderbertoni.com), un luogo magico dove le enormi sculture si fondono con i prati e gli alberi circostanti.  
ansa

Chicken Tikka Masala e friarielli, i cibi da provare nella vita Un viaggio nel mondo per provarli tutti, dal Canada all'Australia

Un viaggio per il mondo tra i cibi da provare almeno una volta nella vita dal Currywurst in Germania al Lobster Roll negli Usa. Un originale viaggio nei sapori a cui Booking.com unisce anche un hotel a cui appoggiarsi per non farsi mancare proprio nulla.

CANADA - Specialità: ostriche e Caesar
 
Circondato da tre oceani, il Canada è il regno dei frutti di mare, con al primo posto le famose ostriche Malpeque, rinomate a livello mondiale per gusto e qualità suprema. Anche se si possono trovare nei ristoranti più raffinati, negli oyster bar e nelle cucine di tutto il mondo, la patria delle ostriche Malpeque è la Prince Edward Island. E a cosa si accompagnano perfettamente le ostriche e i frutti di mare? Ma al Caesar, naturalmente! Composto da vodka, liquore di vongole, salsa Worcestershire al lime e sale di sedano, è il cocktail preferito dei canadesi.
Dove soggiornare?
Around the Sea, Rotating House. Vi è mai capitato di addormentarvi osservando l'oceano e di risvegliarvi all'alba, con il sole che fa capolino tra le colline? È esattamente l'esperienza che vi attende all'Around the Sea Rotating House di North Rustico, sulla Prince Edward Island, a circa 23 km dall'aeroporto di Charlottetown.

USA - Specialità: Lobster Roll
Piatto perlopiù estivo, il lobster roll è preparato con il pregiato astice, rigorosamente fresco e tenero, e la versione più succulenta si trova nei ristoranti sulla costa. Ne esistono diverse varianti da stato a stato: nel Maine lo gustano ghiacciato con la maionese, mentre in Connecticut è molto più probabile che sia servito caldo con qualche tocchetto di burro. Sta di fatto che il lobster roll è un must ovunque andiate negli Usa.
Dove soggiornare?
Nel cuore di New York, e precisamente al Refinery Hotel, NYC, servono uno dei migliori lobster roll della città. E in alta stagione potrete ordinare il vostro panino all'astice in un chiosco che sembra proprio un tipico chioschetto da spiaggia.

BRASILE - Specialità: Moqueca 
La moqueca (pronunciato mokeca) è uno di quei piatti che meglio rappresentano la cucina brasiliana. Nata in India, questa pietanza a base di pesce cotto al forno con verdure vanta numerose varianti regionali. A Bahia, la moqueca presenta sapori africani: latte di cocco, pepe, olio di palma e coriandolo, mentre a Espírito Santos, portoghesi e spagnoli hanno arricchito il piatto con pomodoro, cipolla e pepe. Ogni variante è deliziosa, ancora di più se accompagnata dalla farofa, un gustosissimo contorno fritto preparato con farina di manioca, uova, pancetta e altri ingredienti golosi.
Dove soggiornare?
Con una splendida vista sulla spiaggia, l'Apart Hotel Ocean View è un'ottima scelta per chi vuole gustare la moqueca sotto il sole, non lontano dal bellissimo mare.

REGNO UNITO - Specialità: Chicken Tikka Masala 
Nato a Glasgow, in Scozia, il chicken tikka masala è considerato il vero piatto nazionale britannico, e se ne trovano diverse varianti a Londra, lungo Brick Lane, considerata la capitale del curry in Inghilterra. Qui le curry houses si susseguono una dopo l'altra e fuori dai ristoranti i procacciatori invitano i passanti a entrare. Tra gli abitanti famosi del posto ci sono artisti del calibro di Tracey Emin e Gilbert & George.
Dove soggiornare?
The Ace Hotel, London si trova nel cuore di Shoreditch, a breve distanza a piedi dal curry mile di Brick Lane.
PAESI BASSI - Specialità: Bitterballen
Le bitterballen sono un piatto tipicamente olandese che rappresenta la 'gezelligheid', parola che significa comfort, socialità e convivialità in toto. Non esiste una festa dove non siano offerte le bitterballen, e le si trova praticamente in qualsiasi bar. Per un'autentica esperienza dutch, ad Amsterdam è possibile persino fare il bitterballen tour!
Dove soggiornare? 
Le migliori bitterballen si trovano al bar dell'Amstel Hotel, ma le più originali potete provarle al Park Hotel di Amsterdam. Per trovarvi in posizione strategica vicino alle autentiche caffetterie che servono le bitterballen nella zona di Jordaan, soggiornate preso i Jordaan Noordermarkt Apartments.

FRANCIA - Specialità: Soupe aux truffles
La zuppa al tartufo fu creata nel 1975 per il presidente francese da Paul Bocuse, chef stellato Michelin, e ancora oggi viene servita nel suo ristorante di Lione. La zuppa include due delle ricette preferite da Bocuse in un unico piatto: foie gras e tartufi ricoperti da pasta sfoglia in brodo di verdure. Una vera delizia per il palato.
Dove soggiornare?
Situato nel 6/o arrondissement, quartiere alla moda vicino a vari mezzi di trasporto, l'Okko Hotel, Lyon affaccia sul fiume Rodano ed è ideale per scoprire i dintorni del ristorante di Bocuse.

GERMANIA - Specialità: Currywurst
Amatissima pietanza fast food in Germania, il currywurst si prepara con salsicce di maiale prima cotte al vapore, e poi fritte e insaporite con ketchup al curry. Si pensa che questo piatto sia originario di Berlino, dove la cuoca Herta Heuwer creò la salsa utilizzando la polvere di curry e il ketchup ricevuti dai soldati britannici. Il Curry Deutschland, primo ristorante di currywurst tedesco, offre una versione originale del piatto classico, tra cui il currywurst con salsa satay.
Dove soggiornare?
Per raggiungere facilmente il Curry Deutschland, Moltkestrasse, e godere di una gustosa e storica esperienza culinaria, l'ideale è soggiornare al Derag Livinghotel De Medici, lussuoso hotel situato nel cuore di Düsseldorf, tra la passeggiata lungo il Reno e il grazioso e vivace centro storico. 

ITALIA - Specialità: Salsicce e friarielli 
Molto diffuso al sud Italia, questo piatto consiste di salsiccia e broccoli saltati in padella con olio, aglio e peperoncino. In particolar modo, le salsicce con i friarelli sono una specialità tradizionale della cucina napoletana, e sono perfetti per rifocillarsi a cena dopo una lunga giornata. 
Dove soggiornare?
Scoprite le migliori salsicce con friarielli della zona al Grand Hotel Vesuvio: oltre ad essere situato al centro della città, vicino a Castel dell'Ovo e nello storico quartiere di Santa Lucia, l'hotel vanta un ristorante all'ultimo piano con vista mozzafiato sul Golfo di Napoli, su Capri e sul Vesuvio.
SPAGNA - Specialità: Ropa Vieja
Gli chef spagnoli più famosi sono costantemente alla ricerca di nuovi modi per reinterpretare i piatti tradizionali, e uno di questi è Pepe Rodriguez, proprietario del ristorante El Bohío e in passato concorrente di Master Chef Spagna. Il suo piatto più noto è la Ropa Vieja con stufato di carne, un trionfo di sapori tradizionali. Il suo ristorante si trova a Illescas, vicino Toledo, città dichiarata patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. Vi aspetta un'esperienza culinaria che combina innovazione, con la cucina destrutturata, e tradizione, con i piatti popolari di una città tradizionale. 
Dove soggiornare?
L'hotel Parador de Toledo è ospitato in un edificio antico e imponente, con una magnifica vista sulla città.

RUSSIA - Specialità: Pelmeni 
Queste succulenti delizie sono fatte con diversi tipi di carne, e consistono in un ripieno avvolto da un sottile impasto non lievitato, fino a formare dei ravioli. Da provare al Café Pushkin, che si trova in un bellissimo palazzo barocco su Tverskoj Bulvar, nella capitale russa. 
Dove soggiornare?
Per un esperienza moscovita di tutto rispetto e per soggiornare vicino al Café Pushkin, il National Hotel o il Metropol sono i posti che fanno per voi.

CINA - Specialità: Noodle Biang Biang
I noodle biang biang sono considerati una delle dieci meraviglie più bizzarre della provincia di Shaanxi, e spesso vengono paragonati a una cintura per via del loro spessore e della loro lunghezza. Decisamente gustosi, questi noodle sono leggeri, aciduli e piccanti, e spesso vengono serviti asciutti e conditi con peperoncino e pancetta di maiale. Anche il nome è bizzarro: la maggior parte dei cinesi faticano a scrivere "biang", che in cinese è una parola di 57 caratteri, mentre il suono è onomatopeico e si riferisce al verso che fa lo chef quando incorpora l'impasto nei noodle, sbattendoli letteralmente sul banco da lavoro.
Dove soggiornare?
Sia l'Hantang Inn Hostel che lo Xi'an See Tang Hostel si trovano a breve distanza dal famigerato ristorante First Noodle under the Sun, tappa imprescindibile per provare i noodles biang biang.

AUSTRALIA - Specialità: Dim Sim
Fritto o al vapore? Di pollo, di maiale, di anatra o vegetariano? Il dim sim si può gustare in tutto il mondo, ma non tutti sanno che il piatto è stato inventato a Melbourne negli anni '40.
Per i dim sim più buoni del paese, i ricercatori di prelibatezze non dovranno spingersi molto più in là del South Melbourne Dim Sim. Un tempo semplice take away con vetrina su strada, oggi questo locale conta una folta schiera di devoti.
Dove soggiornare?
Situato sul fiume Yarra, l'Hilton Melbourne South Wharf vanta camere lussuose e una bellissima vista di Melbourne e delle vicine baie. A breve distanza dal South Melbourne Markets e da altre mete popolari, come il Crown Casino, questa struttura è tra le più gettonate dai visitatori.

NUOVA ZELANDA - Specialità: gambero Kaikoura 
Il termine maori kaikoura descrive perfettamente la bellissima città costiera di South Island: kai significa cibo, mentre koura significa gambero. Quando si va in Nuova Zelanda non si può non provare il gambero appena pescato e cucinato, in uno dei tanti chioschi che si trovano lungo la strada con vista sui monti innevati che incontrano l'oceano Pacifico.
Dove soggiornare?
Adagiato sulle pendici della catena montuosa Kaikoura, il Manakau Lodge è una struttura lussuosa, ideale per riposarsi dopo una scorpacciata di gamberi kaikoura. Godrete di viste meravigliose e sarete accolti dai gentili proprietari, e durante le fredde serate potrete rilassarvi davanti al camino.

GIAPPONE - Specialità: Sushi Temari
Il Temari è un tipo di sushi ideato in origine per la Geisha di Kyoto, e fatto apposta per le donne sofisticate. Oggigiorno il sushi normale ormai si trova ovunque, mentre questa varietà più delicata è difficile da trovare in altri paesi. Quindi è da scoprire e provare in Giappone!
Dove soggiornare?
Il Westin Miyako Kyoto vanta una fantastica sala da tè in stile giapponese e un giardino tradizionale. È anche situato in posizione strategica e vi permette di accedere facilmente e velocemente ai più noti ristoranti locali.

Ecco dove andare per seguire la propria natura e non spendere troppo l'8 dicembre

Con gli occhi a cuore, l'adrenalina a mille, sempre a guardare quadri oppure scatenati nelle danze con un Martini tra le mani? Qualsiasi sia la vostra attitudine al viaggio anche durante il ponte dell'Immacolata potete risparmiare. Ecco qualche idea da Trivago.
Per il viaggiatore romantico: per chi non vuole rinunciare ad una romantica passeggiata con il proprio partner, durante il ponte dell’Immacolata può scegliere i fantastici panorami di Bellagio. Gli hotel della perla del lago di Como infatti, durante il periodo dal 5 al 9 dicembre costano in media 95 euro per camera doppia a notte, un prezzo del 12% più basso rispetto alla media di tutto il mese di dicembre (107 euro).
Per il viaggiatore avventuroso: coloro che amano l’avventura possono approfittare del periodo invernale per godersi la bellezza di paesaggi fuori stagione, magari esplorando in moto le tortuose strade affacciate sul mare della costiera amalfitana. In zona conviene soprattutto Ravello dove gli hotel costano in media 127 euro a notte in camera doppia standard.
Per il viaggiatore che ama l’arte, ma non le file: durante il ponte dell’Immacolata i principali musei e siti archeologici italiani verranno presi d’assalto dai numerosi turisti e può rivelarsi dunque una scelta felice virare su mete non mainstream ma dal grande patrimonio culturale. Una di queste è Ravenna (88 euro per camera doppia a notte) dove ammirare le meraviglia dell’arte bizantina lontano dalla folla di turisti.
Per il viaggiatore festaiolo: per chi vuole approfittare di questi primi giorni di dicembre per fare festa e vivere la notte una buona scelta per rapporto qualità-prezzo è Torino. Il capoluogo piemontese (94 euro a notte) offre una movida notturna che non ha niente da invidiare alle metropoli italiane ed può rivelarsi una piacevole sorpresa in questo primo assaggio di festività natalizie.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Allergici al Natale? 8 idee per vacanze non convenzionali


La vigilia a osservare leopardi e giraffe e un week end a sciare con una schiera di papabili fidanzati. E poi il 25 tra spezie e cucina Bajan o Santo Stefano a fare shopping. Ma chi l'ha detto che a Natale tutti a casa, tra tombola e cenoni? Dedicato a impavidi viaggiatori e allergici alle tradizioni, ecco 8 idee, dall'Immacolata alla Befana, per una vacanza di Natale decisamente non convenzionale. Solo per spiriti liberi, ma anche, perché no, con tutti i parenti al seguito.
GRESSONEY - Immacolata singletudine
Avete presente lo spring break americano? Quel week end in cui gli studenti universitari si ritrovano in un hotel con piscina per tre notti di festa? Se siete in cerca dell'anima gemella, le feste natalizie partono subito con il primo Single Break italiano. In programma dal 4 al 6 dicembre nel Th Resort Hotel Monboso di Gressoney e riservato a chi ha tra i 28 e i 45 anni, saranno tre giorni sulla neve a base di sport, percorsi benessere e attività per conoscere persone nuove. A rompere il ghiacco, le comiche Debora Villa e Alessandra Ierse, con Manuela Doriani di Radio M2O.www.singlebreak.it
ENGANDINA - Per cuori impavidiSfrecciare sulla neve più veloci del vento, trainati da un aquilone su vette altrimenti irraggiungibili. Solo per i più temerari (e con fisico allenato) è il Natale all'insegna dello Snowkiting, il nuovo sport che unisce volo e sci e che dagli States sta conquistando l'Europa. In queste vacanze, ma non solo, si può imparare al Kulm Hotel di St. Moritz, con pacchetti che includono lezioni teoriche e pratiche sul Lago Bianco e sul Lago di Silvaplana. E anche un massaggio per eliminare tensioni e dolori muscolari post volo.www.kulm.com
MARRAKECH - Armati di borseAl bando orrendi pensierini che dovrete inevitabilmente riciclare. Questo Natale il regalo fatevelo da soli a Marrakech, dove il Dar Darma, lussuoso Riad del XVIII secolo nel cuore della Medina, offre soggiorni con personal shopper al seguito. Perdetevi con lui nel Souk, tra le tipiche lampade marocchine, babouches, tessuti preziosi, olii di argan e pouf in pelle. Oppure puntate sul moderno, verso il quartiere del design Guéliz o la zona industriale di Sidi Ghanem. Parola d'ordine: contrattare sempre sul prezzo.www.dardarma.com
BARBADOS - Tra sole e gourmetMa chi l'ha detto che non è Natale senza Panettone? A Barbados il 25 dicembre si passa in famiglia, ma con sapori decisamente caraibici. Dopo il sole, lo snorkeling e la cerimonia a Queen's Park, tutti a tavola con i piatti della tradizione Bajan: la Great Cake a base di frutta secca, cannella, noce moscata e glassa; il Jug Jug, versione bajan dell'haggis scozzese, con piselli, farina di mais, erbe e carne salata; e il prosciutto al forno aromatizzato ai chiodi di garofano. Tra i ristoranti dove prenotare la propria Bajan Christmas Feast, Sanbury Plantation House, casa coloniale del '700 immersa nella vegetazione tropicale. www.visitbarbados.co
BOTSWANA - Safari sull'acquaScambiarsi gli auguri a tu per tu con un ghepardo o un elefante. Sfidare a smorfie i babbuini oppure ammirare estasiati le gazzelle che corrono tra le giraffe. E' il Natale sul delta dell'Okavango, il secondo più grande al mondo. Per una vera immersione nel bush africano, il rinnovato Belmond Eagle Island Lodge è il punto di partenza ideale per un safari sul fiume, magari da abbinare a un soggiorno al Khwai River Lodge nella riserva di Moremi e al Sa vute Elephant Lodge, nel parco nazionale di Chobe.www.belmondsafaris.com
POLINESIA - Tartarughe sotto l'alberoPiù dolce, ma non meno emozionante, l'incontro con la natura sull'atollo privato di Tetiaroa in Polinesia Francese. Sul motu Onetahi le tartarughe tornano ogni anno in questo periodo per depositare le uova sulla spiaggia bianchissima del Resort The Brando. Un avvenimento unico da osservare nelle Turtle Nights, escursioni in notturna con guida naturalistica della fondazione no profit Te Mana O Te Moana,www.thebrando.com
ASIA - Il 31, tutti in carrozza!Paesaggi tropicali, città storiche e un pizzico di avventura per il Capodanno a bordo dell'Eastern and Oriental Express, tratta Singapore-Bangkok New Year Celebration. Ovvero 4 giorni e 3 notti sul treno di lusso Belmond attraverso Singapore, Malesia e Thailandia. Tour guidato alla scoperta della città coloniale di Georgetown sull'isola di Penang. www.belmond.com
LONDRA - Epifania da gran maghiAltro che Befana, quest'anno a volare sulla scopa è Harry Potter con il tour sui set della saga, all'interno dei Warner Studios. Hogwarts, Diagon Alley, Privet Drive e poi la Sala Grande, il Cappello Parlante, l'autobus Nottetempo e la Ford Anglia volante: un tuffo tra trucchi e magie, per finire al Binario 9 e 3/4 a bordo dell'Howgarts Express.www.wbstudiotour.co.uk
ansa

Al Mercatino di Bolzano arriva un "Natale di libri"

Non solo profumo di cannella e abete, non solo vin brulé, presepi e candele. Quest'anno al mercatino di Natale di Bolzano, che festeggia la 25/a edizione, brilla la luce dei tantissimi volumi bestseller italiani e tedeschi e dei loro autori che animano la manifestazione un "Natale di libri".


    Vicino alle tradizionali casette, che ospitano prelibatezze gastronomiche, decorazioni e artigianato, c'è una libreria che sembra un vero salotto in cui sono in vendita in titoli degli autori invitati. Il programma con tutti gli appuntamenti, in corso fino al 26 dicembre, è consultabile suwww.mercatinodinatalebz.it.


    Tra coloro che interverranno Susanna Tamaro, Claudio Magris, Gian Antonio Stella, Vittorio Feltri, Marcello Simoni, Mario Giordano, Elisabetta Gnone, Silvia Zucca, Edoardo Raspelli che presenterà la figlia Simona, Mauro Corona, Giovanni Maria Vian, Stefano Lorenzetto, Lilli Gruber, Micaela Jary e Kurt Lanthaler.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Yoga, Oxygen Bar, letti capsula e bagni caldi: relax all'aeroporto...

 I viaggi a lungo raggio stressano? I tempi di attesa durante gli scali sono un incubo? Vuol dire che si è capitati nell'aeroporto sbagliato... Ora tra un volo e l'altro in numerose lounge aeroportuali offrono una gamma di ambienti rilassanti e rigeneranti dove trascorrere del tempo e concedersi un po’ di svago. Le opportunità disponibili non si limitano a una semplice doccia o un divano, ma anche sale per praticare yoga, saune e massaggi orientali con pietre calde. Ecco in una selezione di Kayak.it alcuni esempi di comfort estremo che è ora possibile trovare in aeroporto e che spesso non sono riservati ai soli clienti di Prima Classe.

Dallo yoga alla sauna – Aeroporto di Helsinki, Finlandia
I passeggeri che fanno scalo all’aeroporto di Helsinki possono rilassarsi e ritrovare la propria pace interiore. Entrando in “Via Spa” al costo di 45 € possibile scegliere tra molteplici tipologie di docce, spa in stile hammam e, ovviamente, una sauna finlandese. Inoltre, i passeggeri hanno la possibilità di praticare yoga nell’area Kainuu, fornita di materassini e collocata a un paio di gate di distanza.

Le meraviglie del super-pisolino – Aeroporto di Monaco, Germania 
Nelle Napcabs del terminal 2 dell’aeroporto di Monaco, i passeggeri hanno l’occasione di concedersi una sosta dal trambusto del viaggio. Ad entrambi i livelli, G e H, è possibile fare un pisolino al costo di 15 € all’ora, mentre da mezzanotte alle sei del mattino si spendono solo 10 €. In più, oltre a ricaricare le proprie batterie, si possono anche ricaricare quelle degli smartphone e usufruire di connessione Wi-Fi e MP3

Piscine sul tetto e vista sulla pista – Aeroporto di Changi, Singapore
La piscina dell’aeroporto di Changi, a Singapore, è una gioia sia per i viaggiatori che per chi ama osservare gli aerei. I passeggeri stressati possono tuffarsi in acqua mentre guardano il decollare gli aerei dalla pista. È disponibile anche un bar esterno che offre drink e snack a prezzi accessibili. La piscina si trova di fronte agli hotel di transito del Terminal 1.

Fai un respiro profondo – Aeroporto Internazionale di Narita, Tokyo
Gli ospiti dell’Oxygen Bar dell’Aeroporto Internazionale di Narita a Tokyo hanno l’opportunità di concedersi una dose extra di ossigeno durante lo scalo. L’inalazione di aria a maggior contenuto di ossigeno fornisce al corpo maggiore efficienza, concentrazione e una migliore circolazione sanguigna. È possibile effettuare una sessione di dieci minuti al costo di 6 €. La Oxygen Lounge JUKO si trova nell’edificio centrale al terzo piano.

Sdraiarsi sotto il sole californiano – Aeroporto Internazionale di Los Angeles, USA
Ci sono molte lounge negli aeroporti in giro per il mondo, ma riposarsi all’aria aperta è fuori dall’ordinario. Questo è reso possibile da Star Alliance presso il Tom Bradly Terminal a Los Angeles. La sala è stata progettata in collaborazione con Air New Zeland in aggiunta ai comfort già presenti e offre agli ospiti delle classi Business e Prima della compagnia aerea Star Alliance una vista sulle colline di Hollywood e la possibilità prendere un po’ di sole.

Sosta all’Hotel Luxury – Aeroporto Internazionale di Dubai, Dubai
L’hotel Internazionale di Dubai si trova in posizione centrale presso i Terminal 1 e 3 ed è riservato esclusivamente ai viaggiatori in transito. Questi possono godersi tutte le comodità dell’hotel senza dover pensare i problemi relativi ai controlli di sicurezza. L’hotel offre confortevoli servizi, dall’area wellness completa di piscina idromassaggio alla palestra, per mantenere il proprio corpo rilassato e in forma.

Bagno di schiuma tra un volo e l’altro – Aeroporto di Francoforte, Germania
Se si sta viaggiando come passeggero di Prima Classe con Lufthansa, è possibile concedersi momenti di esclusivo relax nella lounge dell’aeroporto di Francoforte. Posizionata accanto all’area di ristoro e alle poltrone con schienale reclinabile, offre ai viaggiatori bagni di lusso. Diversamente da molte lounge, non ci sono solo docce, ma anche vere e proprie vasche da bagno. Gli ospiti possono così godersi una lunga immersione tra le bolle tra un volo e l’altro.

Sosta massaggi – Aeroporto di Muscat, Oman
I passeggeri che viaggiano in classe Business e Prima con Oman Air possono usufruire di una esclusiva lounge all’aeroporto di Muscat, in Oman, dove godersi un massaggio anti jet-leg e trattamenti rilassanti. Testa, spalle e collo sono trattati da esperti terapisti tramite massaggi calmanti, pietre ed impacchi caldi. I 20 minuti di trattamento rilassante sono gratis. Chi sente il bisogno di prolungare il proprio relax può prendere posto su una delle sedie massaggianti.

Sosta alle terme – Aeroporto di Malpensa, Milano
La Shine Spa for Sheraton, gestita da One on One con Comfort Zone, rappresenta il luogo ideale per rilassarsi quando si è in viaggio. Il centro benessere si trova all’interno dello Sheraton Milan Malpensa Airport Hotel & Conference Centre, situato presso il Terminal 1 dell’aeroporto e offre 1000 metri quadrati di percorsi e trattamenti come piscina coperta, palestra, cabine massaggio, solarium, sauna, docce emozionali, cascate di ghiaccio, nebbia fredda e zona relax con vista sul Monte Rosa. L’entrata alla Spa ha un costo di 20 € giorno per gli ospiti esterni, mentre per chi alloggia presso la struttura l’ingresso ammonta a 10 €.

“Un lungo viaggio non significa solo interminabili ore di volo, ma anche stress per il corpo: per questo molti aeroporti e compagnie aeree si sono strutturati per offrire ai viaggiatori magnifiche opportunità di relax” afferma Gurhan Karaagac, Regional Director KAYAK per Italia, Turchia, Grecia e MEA. “Da un’indagine condotta tra gli utenti di KAYAK per scoprire come trascorrono il tempo durante gli scali è emerso che il 23% dei viaggiatori italiani preferisce esplorare l’aeroporto mentre si attente il volo successivo. Trovare questi comfort e potersi concedersi piccoli lussi e momenti di benessere per ingannare l’attesa rappresenta sicuramente una piacevole sorpresa capace di migliorare l’intera esperienza di viaggio”.
ansa

Turismo e cultura, nasce il Safari d'arte Libri, tour e app per una caccia al tesoro tra i monumenti

Niente leoni e ippopotami ma il Foro, Villa Borghese a Roma e le altre bellezze di Firenze, Milano, Napoli. Una caccia al tesoro che fa della cultura e della voglia di scoperta la marcia in più di una gita turistica o di una semplice passeggiata. E' il progetto Safari d'arte, idea dell'associazione Ara Macao, basato su una collana di libri, dei tour guidati da esperti d'arte e un'app gratuita. Tutte le informazioni sono disponibili su www.safaridarte.it.
   

"Safari d'arte nasce dall'esigenza di stimolare la voglia di esplorazione del passato e dalla convinzione che la cultura sia un arricchimento per tutti" spiega la presidente di Ara Macao Raffaella Tiribocchi.
 
 Safari d'arte comprende innanzitutto la collana di libri Play&Learn travel book (10 titoli per tour a Roma, Firenze, Milano) realizzati in formato A5 in italiano e inglese: offrono la possibilità di svolgere percorsi "non convenzionali" a grandi e piccoli, turisti e cittadini. Ogni game tour può essere svolto in circa due ore passeggiando per la città alla ricerca dei 12 indizi (monumenti e opere d'arte), guidati dalla mappa con le relative coordinate. Il libro comprende anche i testi storico-artistici relativi alle opere d'arte e un quiz finale.
    Ci sono poi i Safari d'arte Play&Learn Tour, con un Activity Leader (esperto in storia dell'arte e multilingua) che si occupa di guidare una sorta di caccia al tesoro e allo stesso tempo fornisce informazioni e curiosità.
    Infine c'è l'app gratuita Safari d'arte disponibile in italiano e inglese con percorsi gratuiti e a pagamento in Lazio, Toscana, Lombardia, Campania e Calabria.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Wedding tourism, stranieri amano Italia affaire da 350 mln. 2 e il 3 dicembre torna a Roma la Borsa del Matrimonio

(Di Cinzia Conti)
 Le sposine greche di rito ortodosso festeggiano per 6 giorni e hanno bisogno di un agnellino per un ballo tradizionale. Gli statunitensi, che adorano le luci più di ogni altro addobbo, vanno pazzi per i video mapping in 3D proiettati su palazzi e residenze d'epoca. I nordeuropei sognano il matrimonio in spiaggia ma la legislazione italiana spesso impedisce di realizzare cerimonie valide legalmente tra candele e conchiglie. Su cosa desiderano e cosa possono realizzare gli indiani, quelli estremamente facoltosi, c'è stato un esempio più che esaustivo i giorni scorsi a Firenze dove Rohan, figlio del petroliere indiano Yogesh Mehta, ha sposato la bella Roshni in un matrimonio da oltre 6 milioni di euro. Ma tra tutte queste coppie, ricche e meno ricche, c'è un comune denominatore: forse suggestionati dai tanti vip che l'hanno fatto "all'italiana" - da Tom Cruise a Sofia Coppola, da George Clooney a Petra Ecclestone - questi stranieri scelgono l'Italia per celebrare le loro nozze e generano un vero e proprio "turismo matrimoniale". Se infatti, secondo gli ultimi dati Istat, diminuiscono i matrimoni di coppie italiane, nel 2014 sono state 6.724 le nozze di stranieri celebrate in Italia, il 3,5% dei matrimoni totali, un dato in netta crescita rispetto a quello del 2013 (che registrava 4.728 matrimoni). E tra agenzie specializzate e wedding planner esteri che propongono pacchetti esclusivi per matrimoni da sogno Made in Italy questa moda all'insegna del lusso genera un indotto del valore di 350 milioni di euro. Per indagare su questo fenomeno, il 2 e 3 dicembre, torna a Roma al Salone delle Fontane la seconda edizione della BMII - Borsa del Matrimonio in Italia, nata per favorire l'incontro di buyer internazionali e operatori del settore. Su tutti sono gli inglesi a prediligere le nozze nel Belpaese, immediatamente seguiti da americani e russi. Non disdegnano giapponesi, irlandesi e arabi mentre i meno interessati sembrano essere i mediterranei, in particolare i francesi. Il numero degli ospiti, a parte rari casi, non è mai eccessivo e il budget a disposizione è generalmente molto alto: la spesa media è di 51 mila euro per un matrimonio con non più di 30 persone presenti, sposi inclusi. La richiesta è sempre più quella di organizzare un'esperienza, non solamente un matrimonio, ma una piccola vacanza. E allora spazio a hotel di charme e relais, ville, castelli, fortezze e palazzi storici, che siano a Venezia, in Toscana o in Puglia. Ma anche a borghi rurali, cantine e fattorie. E sulla tavola cannelloni e altre prelibatezze italiane ma non mancano piatti tradizionali provenienti da rispettivi luoghi d'origine. A parte gli indiani che non rinunciano alla loro cucina speziata e a qualcuno che cede e fa arrivare la torta addirittura da New York. 
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Matera 2015, i Sassi 'set' del Presepe e c'è anche Ben Hur

Un "set" unico, quello dei Sassi di Matera, un presepe vivente lungo cinque chilometri e animato da 300 figuranti, un omaggio al grande cinema di "Ben Hur", "Il Vangelo secondo Matteo" e "The Passion" con l'arredo scenografico di Cinecittà Studios. E' tutto pronto nella città Capitale europea della Cultura 2019 per la sesta edizione del Presepe vivente. I primi cinque appuntamenti sono programmati dal 4 all'8 dicembre, nel formato "maxi" (ingresso cinque euro), con il percorso dal Sasso Barisano al Sasso Caveoso. La seconda versione - il 13, 19 e 20 dicembre e l'1-2-3 gennaio - andrà in scena, solo nel Caveoso, su un percorso di 1,5 km (ingresso tre euro): il presepe vivente del visit-attore "l'altra grande novità di quest'anno. Sarà possibile - spiegano gli organizzatori - affiancare i figuranti delle Pro Loco diventando un 'visit-attore', indossando gli abiti di scena ed entrando a far parte del presepe nelle vesti di un soldato, un pastore, un popolano, un fabbro o un sacerdote del tempio". Quest'anno il tema del presepe nei Sassi sarà la "Famiglia", con i 300 figuranti (tra cui il Gruppo Storico Romano) che ricreeranno l'atmosfera di duemila anni fa, sotto il controllo romano. Le Pro Loco di Crispiano (Taranto), Rionero in Vulture, Barile e Palazzo San Gervasio (Potenza) realizzeranno le scene dell'Annunciazione, della Natività, degli antichi mestieri, della corte di Erode e della Visitazione. Dal 4 all'8 dicembre, grazie al materiale di arredo scenografico messo a disposizione da Cinecittà Studios, sarà inoltre reso omaggio ad alcune famose opere cinematografiche come "Ben-Hur" di William Wyler (1959), "Il Vangelo Secondo Matteo" di Pierpaolo Pasolini (1964), "Gesù di Nazareth" di Franco Zeffirelli (1977), "La passione di Cristo" di Mel Gibson (2004) e "Nativity" di Catherine Hardwicke (2006). Pasolini, Gibson e Hardwicke, con le loro pellicole, hanno contribuito a far conoscere al mondo la bellezza di Matera, scelta, non a caso, l'anno scorso come set hollywoodiano del remake di "Ben Hur". Gli organizzatori hanno poi annunciato che il 3 gennaio sarà una giornata speciale dedicata all'integrazione e all'abbattimento delle barriere architettoniche: ai visitatori disabili, insieme ai loro accompagnatori, sarà garantito l'accesso gratuito. Ci sarà, come di consueto, spazio per i prodotti tipici locali, e alla fine di un lungo mese nello straordinario scenario dei Sassi, una parte del ricavato - fanno sapere dall'organizzazione - sarà devoluto al Comune di Matera per le politiche sociali.
ansa

A Singapore per la Jubilee Big Walk 2015

Dopo mesi di eventi, sfilate e manifestazioni, Singapore si appresta a chiudere in grande stile i festeggiamenti per il 50° Anniversario della sua Indipendenza. Il 29 Novembre, infatti, la celebre maratona The New Paper Big Walk, la più grande marcia di Singapore detentrice anche del Guinnes dei Primati, rende omaggio all’anno del Giubileo con la SG50 Jubilee Big Walk 2015.

Circa 25.000 persone camminano attraverso un percorso che partirà dal National Museum e fiancheggerà alcuni dei luoghi iconici di Singapore, come l’Asian Civilization Museum (riaperto il 14 novembre dopo i lavori di restyling), il Merlion (statua simbolo della città), il teatro Esplanade e l’Art Science Museum, per poi culminare al Gardens By The Bay. L’arrivo segnerà il gran finale con feste, lotterie ed esibizioni artistiche.

Un evento storico per la Città del Leone che porta i partecipanti a intraprendere un cammino commemorativo tra passato, presente e futuro della storia di Singapore all’interno dei suoi luoghi e monumenti più importanti. Inoltre, i “marciatori” riceveranno un’indimenticabile regalo: si tratta di una goodie bag con diversi omaggi tra cui una medaglia d’oro in limited edition simbolo del Giubileo che raffigura proprio i luoghi incontrati durante il cammino. Un ricordo indelebile per una straordinaria celebrazione.
ansa

Mostra di presepi d’autore in un ex convento, diventato poi un hotel di indiscusso charme

Visto il successo delle scorse edizioni  si ripete la mostra di presepi d’autore in un ex convento, diventato poi un hotel di indiscusso charme. Il giorno 8 Dicembre all’Hotel Rivoli di Firenze, in via della Scala 33, sarà inaugurata la IV edizione della mostra di presepi dell’artista Claudio Ladurini. Il maestro, originario di Fiumalbo (Modena), realizza ancora oggi le sue creazioni nel piccolo laboratorio nella piazza del paese. Molti i riconoscimenti ottenuti anche a livello nazionale in oltre 50 anni di attività.
Sono diverse  piccole riproduzioni della Natività, meccaniche e non, costruite utilizzando una molteplicità di materiali come  legno, terracotta, das, cartapesta e ceramica.  Il tutto realizzato all’interno di contenitori in legno che ci raccontano un Natale intriso di spiritualità e di semplicità contadina.

L’artista con l’introduzione di nuove ambientazioni anche quest’anno porta all’Hotel Rivoli la sua visione della nascita di Cristo e il ricordo dei Natali come sono vissuti nei piccoli borghi dell’Appennino Tosco Emiliano.
“La I edizione della mostra dei Presepi tenutasi all’Hotel Rivoli a Natale 2012 ci ha confermato – dichiara la proprietaria Chiara Caridi – che gli hotel della città non devono essere solo a disposizione dei turisti. Gli hotel sono un bene della città e per questo noi albergatori ci dobbiamo sempre più impegnare a realizzare eventi graditi al pubblico, dando così l’opportunità ai fiorentini di vivere i nostri ambienti. L’affluenza delle passate edizioni della mostra e l’entusiasmo di quanti l’hanno visitata ci ha palesato con quanta facilità questo si possa realizzare, infatti abbiamo accolto con piacere le visite di molti fiorentini e di alcune scuole dell’infanzia che apprezzano lo “spirito natalizio” della nostra bella Firenze.

fonte: comunicato stampa
www.hotelrivoli.it (Media Partner Turismo Culturale)