Navi elettriche e porti sostenibili: ecco la sfida della Norvegia

Allo studio del governo Norvegese  un  programma per la creazione di una flotta di navi elettriche per abbattere le emissioni e creare un sistema totalmente sostenibile che possa difendere  i numerosi e caratteristici fiordi, nei quali si sviluppa buona parte del commercio.

Norvegia, navi elettriche e porti sostenibili

Ancora una volta la Norvegia si dimostra la nazione più agguerrita in fatto di lotta al cambiamento climatico. Dopo aver costruito una rete elettrica nazionale prodotta per il 90% da fonti rinnovabili, la città di Oslo ha annunciato che, entro il 2019, bandirà le auto dal centro storico e dimezzerà in cinque anni le emissioni di CO2 rispetto al livello del 1990 e le ridurrà del 95% entro il 2030. Il piano sulle auto prevede inoltre che, per il 2019  saranno realizzate almeno 60 chilometri di piste ciclabili, incentivi all’acquisto di biciclette elettriche e un massiccio investimento nel trasporto pubblico.
Ma la Norvegia non si accontenta e va oltre puntando a rivoluzionare anche il trasporto navale. La decisione è stata presa in seguito ad alcune stime  che riguardano proprio le emissioni delle navi, che siano da carico, turistiche, commerciali o rimorchiatori; per fare solo un esempio, una grande nave container risulta essere responsabile di un inquinamento atmosferico pari a quello di 50 milioni di auto.

Navi elettriche in vista del Forum COP 21

In vista del forum COP 21 quindi, Oslo sta già organizzandosi per dare l’esempio in fatto di sostenibilità e prepara il Green Coastal Shipping Programme, un sofisticato programma per la navigazione costiera che disporrà delle imbarcazioni più ecologiche del pianeta. Ampère, il primo traghetto 100% elettrico nato dalla collaborazione fra Siemens e Fjellstrand, è dotato di batterie in grado di ricaricarsi in appena dieci minuti ed è già in funzione.
Nel programma non manca la progettazione di un porto a basso consumo energetico con veicoli plug-in e gru elettriche e stazioni di ricarica per le navi a batteria.
dailygreen.it

Turismo enogastronomico / Agroalimentare, Reggio Emilia studia i mercati scandinavi

Dopo il successo dei progetti realizzati in questi anni, la Camera di Commercio di Reggio Emilia continua a puntare sulla crescita delle imprese sfruttando al meglio le potenzialità del Web ed aumentare visibilità e fatturato delle aziende. La nuova azione che mette ora in campo l’Ente camerale riguarda, in modo particolare, le imprese dell’agroalimentare e i mercati dell’Area Scandinava, con consulenze specifiche e incontri formativi per migliorare le strategie di marketing online delle imprese e per attivare la loro presenza sui canali digitali, accompagnate da un Digital Strategist che le accompagnerà tra le opportunità offerte da Internet per far conoscere in tutto il mondo i loro prodotti.
Potranno partecipare al progetto fino ad un massimo di 15 imprese operanti nel settore agroalimentare. Le imprese interessate possono presentare l’adesione fino al 23 maggio, accedendo al sito camerale della Camera di Commercio.
“Questo progetto – spiega il presidente della Camera di Commercio, Stefano Landi – Da una parte punta ad aumentare la competitività delle aziende dell’agroalimentare sui mercati locali e globali, con particolare attenzione a Danimarca, Svezia e Norvegia grazie all’utilizzo del web e dei social media quale strumento di marketing e, dall’altra, mira a far sì che le imprese siano poi nelle condizioni di agire autonomamente per gestire strategie di marketing e commercio on line, migliorando costantemente il proprio posizionamento sul web”.
“Stiamo parlando di mercati – spiega ancora Landi – sui quali si registra una grande attenzione al web e all’e-commerce, tanto che nella sola Danimarca nel 2015 sono stati effettuati circa 110 milioni di acquisti online, per un totale di circa 11 miliardi di euro, con una media pro-capite superiore ai 2.200 euro l’anno (in Italia il valore pro capite dell’e-commerce corrisponde a circa 217 euro l’anno)”.
“Il rilevante dato numerico – aggiunge il presidente dell’Ente camerale – si associa anche ad una tendenza alla crescita straordinaria: rispetto al 2014, infatti, è stata registrato un aumento pari al 20%, e in questo panorama gli acquisti online nel settore enogastronomico hanno raggiunto nel 2015 la percentuale record del 7% rispetto al totale acquistato tramite internet”.
L’azione della Camera di Commercio è realizzata con il co-finanziamento della Regione Emilia Romagna e rientra nel più ampio progetto “La Camera di Commercio di Reggio Emilia per la promozione delle eccellenze agroalimentari nell’area Scandinava” che prevede anche altre iniziative. Tra queste, il percorso “How to start an Export Business – Impariamo ad esportare” (con particolare attenzione, anche in questo caso, all’Area Scandinava), un “Educational press Tour rivolto giornalisti del settore wine e del turismo enogastronomico provenienti da Danimarca, Norvegia e Svezia che si svolgerà in occasione della cerimonia di premiazione della 7^ edizione del Concorso Enologico “Matilde di Canossa – Terre di Lambrusco” (fine giugno 2016), una giornata di approfondimento sui mercati del tre Paesi aperta a tutte le imprese del settore agroalimentare, incontri b2b con operatori commerciali di Danimarca, Norvegia e Svezia per le imprese del wine e food (luglio 2016) e, ancora, incoming di operatori commerciali provenienti che prevede incontri d’affari bilaterali a Reggio Emilia tra imprese del settore agroalimentare e buyer provenienti dall’Area Scandinava (novembre 2016).
viaemilianet.it

Estate: meno italiani in vacanza ma si spenderà di più

E' un'Italia a due facce e molto diverse tra loro quella che si prepara a vivere l'estate 2016. Se da una parte meno italiani rispetto allo scorso anno potranno partire, dall'altra lo faranno con il portafoglio più pieno. Emerge dal barometro vacanze realizzato da Ipsos per Europ Assistance, giunto alla 16/a edizione ed esteso quest'anno, oltre a francesi, tedeschi, italiani, spagnoli, belgi e austriaci, anche a statunitensi e brasiliani. Infatti se si registra un vero e proprio balzo nella capacità di spesa pianificata che si attesta sui 2.045 euro pro capite (ancora sotto la media europea di 2.247 ma in crescita rispetto ai 1.708 del 2015), sono in calo gli italiani che dichiarano di avere precisi programmi per l'estate: poco più del 52% contro il 60% dell'anno scorso. E infatti l'Italia è prima nella classifica di chi pensa di rinunciare alle vacanze con una percentuale del 35% contro una media europea del 18%.
Ben il 74% (+12 punti sul 2015) poi dichiara che per le vacanze resterà in Italia, paese che con Spagna e Francia esercita la maggiore attrattiva sugli europei. Il Bel Paese la spunta sui concorrenti grazie al 24% delle preferenze contro il 19% della Spagna e il 21% della Francia e, come da tradizione, rimane la meta più apprezzata dai turisti tedeschi e austriaci (il 27% ha intenzione di recarsi nel nostro paese).
Per quanto riguarda la destinazione sebbene il rischio di attacchi terroristici sia uno dei principali fattori presi in considerazione nella scelta della destinazione delle proprie vacanze, il livello di preoccupazione dichiarata varia in modo significativo da paese a paese: pesa maggiormente sulle scelte di spagnoli (47%), tedeschi (43%) e austriaci (43%). In Francia e in Italia le percentuali sono inferiori (37%), mentre è il Belgio a registrare quella più bassa (23%). In considerazione di questo rischio quest'anno - secondo la ricerca - alcuni paesi o zone del mondo in particolare verranno evitati dai viaggiatori europei al momento di scegliere la propria meta: Nord Africa e Maghreb (29%) e Turchia (24%). In particolare il 47% dei francesi e il 21% degli spagnoli e degli italiani che tengono conto del rischio di attacchi terroristici eviteranno principalmente l'Egitto e i paesi del Maghreb (47%).
Anche il virus Zika si inserisce tra le preoccupazioni dei vacanzieri: ne terrà conto il 54% dei brasiliani anche in considerazione della notevole diffusione della malattia nel paese. Sebbene in misura minore, anche americani ed europei tengono conto di questo rischio nella scelta della meta delle proprie vacanze (rispettivamente il 20% e il 25%). In Europa, a essere preoccupati sono soprattutto gli spagnoli (34%).
ansa

Passione vacanze al mare nell'anno dei 70 anni del bikini

Il 5 luglio il bikini festeggia 70 anni e si prepara a un'estate variopinta e carioca, in omaggio alle Olimpiadi in Brasile.
    Da quando venne lanciato nel 1946 dal sarto francese Louis Reard, il costume da bagno è stato consacrato da star del cinema come Ursula Andress, nei panni di Honey Ryder in Agente 007 Licenza di uccidere del 1962, Rita Hayworth nel film "Gilda", con un due pezzi che le valse il soprannome di 'atomica', e ancora Brigitte Bardot nel film "E dio creò la donna" e Raquel Welch in "Un milione di anni fa".
    Il nome bikini è ispirato all'atollo omonimo delle Isole Marshall, dove in quegli anni gli Usa conducevano una serie di test nucleari. Secondo Réard la sua invenzione avrebbe avuto effetti dirompenti, paragonabili a vere e proprie esplosioni. Il papà del bikini incontrò grandi difficoltà nel pubblicizzare la sua creatura: nessuna modella voleva indossare un costume tanto piccolo e scabroso e al povero sarto non restò che ingaggiare una disinibita spogliarellista del Casino de Paris.
ansa

Alitalia rivoluziona divise, verde lascia posto al rosso

Dopo quasi vent'anni le hostess dell'Alitalia cambiano divisa: il rosso prende il posto del verde (che rimane però per il personale di terra), lo stile si rifà al glamour dei gloriosi tempi della moda tricolore anni '50 e '60, con il ritorno di guanti e cappellino, e la nuova collezione porta la firma dello stilista di alta moda Ettore Bilotta, che ha disegnato anche le divise del partner Etihad. Le nuove uniformi sono state presentate nel corso di un doppio evento con sfilata, prima alla stampa e poi ai dipendenti.
Il nuovo restyling rivoluziona completamente il tailleur classico verde e blu indossato fino ad oggi dal personale dell'Alitalia, che risale al 1998 (quando il gruppo era ancora in mano pubblica), realizzato dal marchio Mondrian: a partire dai primi di luglio, quando le nuove divise verranno gradualmente distribuite ai 5.700 dipendenti della compagnia, le hostess sugli aerei indosseranno divise rosse, mentre il personale femminile di terra avrà uniformi verdi. Abiti che si ispirano all'eleganza degli anni '50-'60 e con i quali Bilotta ha voluto rappresentare l'essenza dell'Italia, andando a studiare l'architettura e i diversi territori.
Ritornano quindi i cappellini, con design ispirato alle terrazze delle Cinque Terre; e oltre al copricapo (l'ultima volta che venne usato nelle divise dell'Alitalia era il 1969, con gli abiti firmati Mila Schoen) tornano anche i guanti (in contrasto come le calze, verdi sugli abiti rossi e rossi su quelli verdi). Per quanto riguarda la scelta dei colori, il rosso (un bordeaux che vira gradualmente al rosso più chiaro con design di stampa a spina di pesce) simboleggia la passione italiana, mentre il verde (un grigio antracite che vira sul verde) è stato scelto per raffigurare i paesaggi. Ma sul colore rosso si è particolarmente battuto anche il presidente ex Ferrari Luca Cordero di Montezemolo: "potete capire quanto abbia combattuto per averlo", ha detto sorridendo l'ex presidente della Rossa per eccellenza.
Per le divise maschili, invece, i colori sono grigio antracite e verde bosco, con cravatte rosse e verdi che richiamano gli abiti femminili. Dal 1950 ad oggi le divise dell'Alitalia sono state rinnovate per dodici volte con le firme di grandi nomi della moda: si va dalle divise più classiche delle sorelle Fontana (tailleur color blu scuro e gonna sotto al ginocchio) e di Delia Biagiotti (nel 1960, il colore diventa carta da zucchero) alle uniformi più particolari di Tita Rossi (nel 1967, giacca corta a doppio petto e scollo ovale), Mila Schoen (nel 1969 accorcia le gonne e propone il 'verde Italia', nel 1972 azzarda il colore rosa) o Alberto Fabiani (1973 divise giallo 'albicocca'), nel 1975 arriva la divisa rossa (Florence Marzotto), nel 1980 viene introdotto il tema classico verde e blu, poi Renato Balestra propone camicia bianca da pilota (1986), Giorgio Armani nel 1991 giacca blazer color verde-grigio, infine le attuali divise Mondrian. Ora tocca a Bilotta, stilista molto amato in Medio Oriente, che disegna le divise di Etihad fin dal 2003. "Ho voluto conferire al progetto l'espressione del più puro stile italiano - ha detto - immaginando che l'Italia possa essere un sogno per tutti e che un volo in Alitalia sia un po' come stare in un salotto elegante".
ansa

Dal Mar Morto allo Ionio, 15 viaggi per far bella la pelle

Non solo più felici e rilassati: una vacanza può farvi più belli! Almeno a livello di pelle. Alla scoperta con Skyscanner di spa con trattamenti decisamente fuori dal comune per rendere splendente la vostra pelle!
1. Il Mar Morto in Israele 
Israele è un paese meraviglioso, ricco di attrazioni antiche e moderne. Tra queste, il Mar Morto è sicuramente uno dei luoghi più unici che rari. È il punto più basso del pianeta, a circa 425 metri sotto il livello del mare, e le sue acque sono salatissime, particolarità che lo rende il centro termale naturale più grande del mondo. Con un soggiorno sulle sue rive avrete la possibilità di sperimentare i tantissimi trattamenti offerti dagli stabilimenti, ma anche di sfruttare i benefici del fango e dell’acqua che troverete sulle sue splendide spiagge. Vi consigliamo in particolare la spa Anantara, all’interno del Kempinski Hotel Ishtar Dead Sea: basteranno pochi giorni per vedere la vostra pelle luminosa e tonificata, migliorare la circolazione e… stamparvi un grande sorriso in faccia!

2. La Laguna Blu in Islanda 
Per un viaggio alla scoperta degli incredibili paesaggi dell’isola del nord non servono soltanto giacche pesanti e sciarpe di lana, ma anche il costume di bagno. La famosa Blue Lagoon infatti, nei pressi della capitale Reykjavik, è un paradiso geotermale situato in un antico lago di lava. L’acqua ha una temperatura che oscilla tra i 37 e 39 gradi, ed è ricca di minerali sulfurei che sono un toccasana per la pelle. Lo stabilimento offre diversi trattamenti, ristoranti e bellissime stanze perfettamente integrate con lo scenario naturale circostante. Inoltre, il contrasto tra il colore azzurro ghiaccio dell’acqua e il nero delle rocce laviche che circondano la piscina aggiunge molto fascino a questo luogo dedicato al benessere e al relax.
3. Le acque vulcaniche di Ischia 
Il fiore all’occhiello della costa campana è la bellissima Ischia, che oltre ad offrire panorami da sogno e un mare incontaminato vi darà la possibilità di provare ben 29 gruppi di sorgenti termali. Data la sua origine vulcanica, infatti, Ischia è una destinazione ideale per gli amanti di terme e affini: la maggior parte delle sorgenti si trova lungo la costa, ma anche sul fondo marino sono frequenti i getti di acqua bollente, e in tutta l’isola potrà capitarvi di osservare fumate di vapore acqueo che scaturiscono dalle fenditure del terreno. Per aiutarvi a decidere da dove iniziare il vostro tour, vi consigliamo il parco termale dei Giardini Poseidon: 20 piscine immerse in una natura rigogliosa, spiaggia privata e un centro benessere dove effettuare trattamenti di ogni genere per la bellezza di corpo e spirito. Se volete raggiungere Ischia in aereo, l’aeroporto più vicino è Napoli Capodichino, e tenete presente che prenotare un volo nazionale in Italia con circa 1 mese di anticipo rispetto alla data di partenza permette un risparmio di circa il 17,4% rispetto al costo medio del biglietto.
4. Le rose in Slovenia 
La verde Slovenia è un luogo che riserva molte sorprese: boschi e montagne incontaminate, villaggi fiabeschi, città ricche di cultura, fino ad arrivare a splendide coste e acque cristalline. E proprio sulla costa si trova un incredibile centro benessere dal nome esplicativo: Kampinski Rose Spa. Qui potrete dimenticarvi del mondo esterno e abbandonarvi a una lunga lista di piaceri, tutti al sapore di rosa: dai peeling ai massaggi, passando per vasche profumate e creme miracolose. Senza dimenticare di far felice anche lo stomaco, visto che nel centro (un hotel di lusso a 5 stelle in perfetto stile austro-ungarico) si trovano anche diversi ristoranti, nei cui menu spiccano dolcetti e altre delizie davvero invitanti, sempre a base del fiore più romantico per eccellenza! E per proseguire con un’altra visita a tema, a solo un centinaio di chilometri da Portorose si trova Nova Gorica, la città delle rose, che ogni anno ospita un festival delle rose - che inizia in maggio nel periodo della fioritura e si conclude allo spuntare dei boccioli a metà giugno - dove il romantico fiore diventa protagonista di visite guidate (anche alla più antica collezione di rose Bourbon), deliziose specialità culinarie e trattamenti di bellezza, come il massaggio con olio di rosa.
5. Fish pedicure a Singapore 
Da qualche anno ormai si è diffusa in tutto il mondo la pratica della fish pedicure, una tradizione nata in Asia che utilizza dei piccoli pesciolini d’acqua dolce, chiamati garra rufa, per rendere i piedi umani sani e morbidi come non mai. Questi pescetti infatti si cibano di detriti organici, come appunto la pelle morta o secca che tormenta talloni e caviglie di molti: il trattamento consiste quindi nell’immergere i piedi fino al polpaccio in una vasca piena di garra rufa, e attendere che questi piccoli dottori facciano il loro dovere. Singapore è un ottimo posto per concedersi una fish pedicure come si deve, ad esempio nelle spa del Sentosa, il gigantesco parco di divertimenti e resort dove la parola noia non esiste.
6. Open Spa in Giappone 
Nel cuore profondo del Giappone, circondato da alte montagne e boschi rigogliosi, si nasconde l’incredibile centro Takaragawa Onsen, che ha nell’integrazione con la natura circostante il suo vero punto di forza. Le acque di un torrente affluente del grande fiume Tone riempiono piscine di acqua calda circondate da rocce e piante, mentre diverse strutture in perfetto stile giapponese accolgono gli ospiti della spa in ambienti caldi e confortevoli, tra legno di pino, carta di riso e tatami. Immergersi nell’acqua silenziosa del torrente sotto il cielo stellato è un’esperienza unica, resa ancora più piacevole da una cenetta a lume di candela nel ristorante della spa, dove si preparano deliziosi piatti tradizionali con ingredienti di primissima qualità. Secondo il nostro studio, il momento migliore per prenotare un volo verso il Giappone è 20 settimane prima della partenza, con un risparmio di oltre il 7% sul costo medio del biglietto, mentre il mese più conveniente per un viaggio in questo affascinante Paese è febbraio, quando i prezzi dei voli sono circa il 9% più bassi.
7. Le grotte termali di Tolantongo in Messico 
Voliamo dall’altra parte dell’Oceano nel magico Messico, e più precisamente nella regione montuosa di Hidalgo. Qui dovrete inerpircarvi sulla cima di una montagna e poi scendere giù per una stretta strada che conduce a un luogo incantato: una serie di vasche di acqua calda e cascatelle all’aperto, circondate dalla natura e da qualche struttura ricettiva dove potete anche pernottare. Ma non fermatevi qui: con mezz’ora di cammino si raggiungono le famose grotte, al cui interno si celano laghi di acqua a 30 gradi circondati da stalattiti imponenti e cascate che filtrano dalle pareti rocciose. Lanciatevi in esplorazione di questo paradiso naturale, un po’ di fatica ma ne sarà valsa la pena! Qualche idea per decidere quando partire? Il mese più conveniente per volare in Messico è febbraio, quando i prezzi sono di quasi il 20% più economici. Tuttavia per cercare di ottenere il prezzo migliore è bene prenotare il volo con circa 18 settimane di anticipo, in questo modo si risparmia circa il 7% rispetto al costo medio del biglietto.
8. Vinoterapia a Bordeaux 
Una delle ultime tendenze in fatto di trattamenti per avere una pelle splendida ci arriva dalla Francia, la nostra vicina famosa per tante cose deliziose tra cui… il vino! E infatti diverse spa hanno messo in pratica studi scientifici secondo cui l’uva e le foglie di vite avrebbero effetti e benefici da sogno sui nostri corpi. Les Sources de Caudalie è uno stabilimento bellissimo fuori Bordeaux, immerso nelle vigne e dotato di tutti i comfort, dove potrete sperimentare innovativi trattamenti come scrub con semi di uva, massaggi con oli estratti dai vitigni, pulizia del viso a base di foglie di vite e molto altro ancora. Insomma, non c’è bisogno di essere dei sommelier per godersi le gioie del vino! E se il mese più economico per volare in Francia è novembre, quando i voli costano circa il 12% in meno, prenotando con 16 settimane di anticipo si riesce a risparmiare circa il 7% rispetto al costo medio del volo.
9. Bagno al cioccolato in Svizzera 
Proseguiamo con i trattamenti di bellezza a base di ingredienti insoliti (e molto gustosi): nella bella Ginevra potrete letteralmente fare il bagno nel cioccolato, senza paura di ingrassare - anzi! Proprio così, il cacao non è solo buono per il nostro stomaco, ma anche per la nostra pelle. Se non siete convinti visitate la spa After the Rain, una delle migliori nella città svizzera, dove nel menu sono inseriti diversi trattamenti a base di cioccolato, da massaggi di 45 minuti con olio di fave di cacao a bagni in cioccolato fuso e addirittura panna montata! Una volta finito di dedicarvi alla bellezza, potrete concentrarvi sulle papille gustative nel ristorante della spa - dove ovviamente il cioccolato è l’attrazione d’onore!
10. Maschera all’oro ad Abu Dhabi 
La fama degli Emirati Arabi come mecca del lusso e dei vizi più proibiti è ormai nota in tutto il mondo. Se siete in viaggio da queste parti quindi vi consigliamo di provare una vera chicca nel mondo dei trattamenti di bellezza, ovvero la maschera a base di foglie d’oro a 24 carati. Increduli? E invece è proprio vero! Nella spa dell’Emirates Palace vi massageranno il viso con sottilissimi fogli d’oro sotto una pioggerellina nebulizzata che ne amplifica e radicalizza l’effetto. Il trattamento dura circa 90 minuti, e si completa di un rituale gastronomico, una pulizia facciale e un massaggio a testa e mani. Se non volete badare a spese, questa è la spa che fa per voi! Se però volete risparmiare almeno sul volo, il mese più economico per volare negli Emirati Arabi è novembre (si spende circa il 10% in meno), mentre in generale il miglior momento per prenotare è 20 settimane prima della data di partenza, quando si riesce a risparmiare circa il 14% rispetto al costo medio del biglietto.
11. Bagni nell’argilla nello IonioDall’oro di Abu Dhabi ci spostiamo a una destinazione decisamente più low cost, ma che saprà comunque regalarvi grandi soddisfazioni in termini di cura della vostra pelle. Stiamo parlando dell’area marina protetta di Capo Rizzuto, in Calabria, caratterizzata da spiagge di sabbia rossa finissima e fondali bassi. Una di queste, la spiaggia di San Paolo, sono presenti calanchi di argilla che creano pozze a poca distanza dalla riva dove è possibile immergersi: a questo punto non dovrete fare altro che raccogliere con le mani l’argilla già sciolta e morbida dal fondale, spalmarla su tutto il corpo e poi lasciarla seccare al sole, ottenendo quindi dei perfetti fanghi naturali che saranno un toccasana per la vostra pelle. Il tutto, a costo zero e in uno dei luoghi più affascinanti della nostra penisola!
12. Trattamento al miele e alle mele a Francoforte 
Anche nella fredda Germania non rinunciano a coccolarsi nei modi più dolci e nutrienti. Nella lussuosissima Talise spa all’interno dell’hotel Jumeirah (parte di una catena internazionale di alberghi da urlo) non vedono l’ora di viziarvi con tantissimi trattamenti, tra cui spicca lo scrub a base di miele e frutta con vista sulla skyline della città, e una maschera facciale a base di mele (il frutto simbolo di Francoforte) che lascerà la vostra pelle setosa e arricchita come non mai grazie alle sostanze nutritive e alle vitamine della mela. Concludete la giornata sorseggiando uno degli ottimi cocktail di frutta fresca inclusi nel pacchetto, e in poche ore vi sentirete rigenerati e molto in forma! Il mese più economico per volare in Germania è novembre, quando i prezzi dei voli scendono di circa il 13%. Si può però risparmiare fino al 27% del costo medio di un biglietto prenotando il viaggio con 18 settimane di anticipo.
13. Il massaggio con lumache in Giappone
Non tutti i trattamenti di bellezza però sono a base di sostanze dolci e piacevoli come oro, vino e cioccolato. Dal Giappone infatti arriva un massaggio facciale davvero estremo, in cui quattro lumache “passeggiano” placidamente sulle guance e la fronte dei coraggiosi che decidono di sottoporsi a questa prova di resistenza. In realtà, diverse ricerche scientifiche affermano che la bava lasciata dalle lumache sia un prezioso anti-età, e molte compagnie di prodotti estetici la usano come ingrediente nelle creme contro l'invecchiamento cutaneo da parecchi anni. A Tokyo però fanno ancora più sul serio, e per ben 60 minuti vivrete l’emozione di sentire questi docili animaletti inumidirvi la pelle del viso, naturalmente sorvegliati da un’assistente che si occuperà di spostarli se si avvicinano troppo a bocca, naso e occhi. Che dire, un’esperienza davvero fuori dal comune! Per volare a Tokyo, una delle destinazioni che negli ultimi tre anni ha visto il maggior incremento di ricerche di voli dall’Italia, il momento migliore per prenotare è 20 settimane prima della partenza, con un risparmio di oltre il 7% sul costo medio del biglietto aereo.
14. Bagno nel té verde a Pechino 
Voliamo di nuovo dall’altra parte del mondo, questa volta in Cina, per scoprire come antichissime tradizioni possono sposarsi alle esigenze e alle tendenze più moderne in fatto di bellezza e cura della pelle. Parliamo della Green T. House a Pechino, un luogo multifunzionale (sala da té, shop, galleria d’arte e spa) realizzato secondo i tratti più caratteristici della cultura orientale, con finezza ed eleganza e un grande rispetto per i materiali naturali e l’armonia tra spazio e persone che lo abitano. Qui potrete indugiare in un percorso benessere di circa 4 ore che, tra le altre cose, prevede scrub energizzanti e bagni nel té verde, considerato un ingrediente miracoloso per rendere la pelle tonica, pulita ed elastica. Inoltre potrete sorseggiare molte varietà di té, scegliendo tra quelli più indicati per mantenere la pelle idratata e luminosa.
15. Musica live durante il bagno a Berlino 
Terminiamo il nostro tour in una città decisamente più nota per l’energia che per il riposo. Benvenuti a Berlino, capitale creativa d’Europa dove la musica ha da sempre un ruolo centrale nella vita cittadina. E infatti è proprio qui che si trova la Liquid Rom, non un vero e proprio centro benessere, ma di fatto un luogo dove è possibile fruire di intrattenimenti molto simili a quelli delle spa tradizionali. L’attrazione principale infatti è una grande piscina coperta di acqua calda e salata, dove i colori, le luci e la musica creano un’atmosfera quasi ipnotica ideale per lasciarsi andare ad un completo rilassamento. Nella struttura sono presenti anche alcune saune, vengono eseguiti massaggi e spesso ci sono eventi di musica live (principalmente elettronica, ma non solo). La Liquid Rom è aperta fino all’1 di notte, in perfetto stile berlinese! E per raggiungere Berlino al prezzo migliore è bene prenotare con 18 settimane di anticipo, in questo modo si può risparmiare circa il 25% rispetto al costo medio del volo.
ansa

Alpe Cimbra di Folgaria-Lavarone-Lusérn: un’estate ricca di grandi eventi

Una serie di imperdibili eventi vi aspettano in estate sull’Alpe Cimbra. Tanto sport ma anche natura e tradizioni, per arricchire la vostra vacanza e renderla ancora più speciale.

RECUPERANDO IL TEMPO
2-5 giugno 2016-Lavarone

Il tempo… una risorsa di cui tutti disponiamo e alla quale diamo valenze diverse. Ma il tempo segna in maniera indelebile chi siamo e perché lo siamo... soprattutto il tempo che fu! Il viaggio nel passato ci aiuta a ricordare, a non dimenticare e a trasferire un patrimonio storico culturale di grande spessore.
Queste sono le premesse che danno vita ad un grande evento che si svolgerà nella splendida cornice di Lavarone, sull'Alpe Cimbra, dal 2 al 5 giugno 2016: Recuperando il Tempo. Una delle location sarà la Fortezza Forte Belvedere per far rivivere gli eventi della Prima Guerra Mondiale, poi i borghi viaggeranno nel tempo per far riscoprire l’emozione di rivedere gli antichi mestieri, spettacoli popolari, il folklore e le danze, i sapori tradizionali.
Oltre 300 figuranti con costumi dell'epoca animeranno le tre giornate e la sera del 4 giugno, su prenotazione, si potrà assistere al valzer viennese con abiti austroungarici.
Sarà una manifestazione mai vista sull'Alpe Cimbra, in cui si rivivrà l'atmosfera di 100 anni fa grazie a coinvolgimento di oltre 300 figuranti


RITIRO NAZIONALE ITALIANA PALLACANESTRO
6-15 giugno 2016-Folgaria

Per il quinto anno consecutivo la Nazionale maggiore si allenerà a Folgaria. Quest’anno sarà il nuovo C.T. Ettore Messina a guidare gli azzurri alla ricerca della migliore condizione in vista del torneo Preolimpico che qualificherà per i Giochi di Rio 2016.
Folgaria e l’Alpe Cimbra vivono l’appuntamento con grande attesa confermando la propria vocazione di località adatta ad ospitare la pallacanestro che conta. Durante il collegiale sarà possibile entusiasmarsi con i nostri campioni grazie agli allenamenti a porte aperte.


100 KM DEI FORTI 1000GROBBE BIKE CHALLENGE
21^ edizione
10-11-12 giugno 2016-Lavarone

Gara di Mtb giunta alla 21^ edizione, inserita in importanti circuiti nazionali tra i quali Trentino Mtb e Trek Zerowind Off Road Challenge. Tre giornate di gara su 3 percorsi diversi: Lavarone Bike (10/6) Nosellari Bike (11/6) e 100 km dei Forti (12/6). La 100 km dei Forti prevede due tracciati, Classic di 50 Km e Marathon di 100 Km che si snodano lungo il tracciato 100 km dei Forti, attraversano i comuni di Lavarone, Folgaria e Luserna e ne valorizzano gli aspetti storici e naturalistici.


NIGHT HAWK ITALIA
25-26 giugno 2016-Alpe di Folgaria-Coe

Due gare di corsa orientamento a staffetta, la prima prova in notturna e la seconda in diurna, organizzate dalla Gronlait Orienteering Team A.S.D. Night Hawk è una delle manifestazioni più interessanti nel mondo dell’orienteering. E’ il modo perfetto per iniziare l'estate e incontrarsi con tutti gli atleti che praticano questo sport, oltre ad essere un punto d'incontro per l’orienteering internazionale, con concorrenti provenienti da tutto il mondo.


COMMEMORAZIONI FREUDIANE
Luglio 2016-Lavarone

Agli inizi del nuovo secolo, in piena Belle Époque, prima dello scoppio della Prima guerra mondiale, quando l'Altipiano era ancora territorio dell’Impero austro-ungarico, Sigmund Freud scoprì questo “piccolo paese di montagna all’estremo sud del Tirolo”, e ne rimase conquistato per “l’accoglienza, la tranquillità preziosa, la stupenda pineta, le sorprendenti passeggiate, il benessere fisico che deriva da tutto questo”. Qui “dove il citiso fiorisce a luglio”, nel 1906, cioè 110 anni fa, la famiglia Freud giungeva in vacanza per la prima volta a Lavarone e qui in quello stesso anno, “in giornate luminose”, come dichiarò lui stesso, Freud compose una delle sue opere più celebri, Il delirio e i sogni nella “Gradiva” di Wilhelm Jensen.
Il Comune di Lavarone è impegnato da molti anni in varie forme nel promuovere e approfondire la conoscenza della figura di Sigmund Freud come uomo e come psicoanalista. Nel 2016 in particolare per celebrare i 160 anni dalla nascita di Freud e i 110 dal primo soggiorno di Freud a Lavarone è in corso di organizzazione un ricco calendario di iniziative, fra le quali in particolare presentazioni di libri, rassegne cinematografiche, una tavola rotonda, le passeggiate freudiane.


LA MARCIA DEI FORTI
18^ edizione
3 luglio 2016-Folgaria

Giunta alla 18^ edizione la Marcia dei Forti, che si terrà domenica 3 luglio, è un appuntamento imperdibile per gli amanti della corsa a piedi in montagna. Teatro di questa manifestazione l'Alpe Cimbra, che come pochi luoghi sa coniugare l'aspetto naturalistico con quello storico culturale. 
I percorsi da 8-12-20-31 e 42 km si snodano infatti in un territorio che conserva ancora oggi molte testimonianze della Grande Guerra, tra Forti e trincee in un percorso tutto da scoprire.


J’ATZ LUSÉRN - SŰDTIROL JAZZ FESTIVAL
3 luglio 2016-Lusérn

Il Südtirol Jazz Festival Alto Adige è una delle manifestazioni culturali più importanti della provincia di Bolzano con ca. 80 concerti in più di 20 comuni e più di 50 location diverse, è rinomato a livello internazionale ed annualmente è seguito da ca. 20.000 persone.
Per il terzo anno consecutivo sarà presente anche nella provincia di Trento a Luserna, grazie alla collaborazione dell’Istituto Cimbro/Kulturinstitut Lusérn, con un progetto musicale creato ad hoc con musicisti provenienti dalle tre province EUREGIO: Trentino, Alto Adige e Tirolo. In questo modo si favorisce uno scambio culturale tra le suddette province e si pongono le basi per futuri progetti dei musicisti ed artisti coinvolti.
La scelta della località cade su Luserna per il grande interesse mostrato dalla comunità cimbra di partecipare ad un evento culturale internazionale con musica contemporanea, innovativa e di alto livello. Come in passato anche quest'anno verranno coinvolti artisti cimbri nel progetto.
Per l'evento, che è programmato per domenica 3 luglio, alle ore 11.00, verrà tematizzata la situazione dei confini tra le nostre regioni, dei confini esistenti in passato, dell'apertura realizzata negli ultimi decenni per favorire il libero scambio di persone e merci, l'avvicinamento dei popoli europei e l'attuale rischio di una richiusura dei confini con le possibili conseguenze negative.
Il concerto si terrà presso il Forte Campo Luserna (Obar Fòrte in Cimbro, Werk Lusérn in tedesco) che è stato ristrutturato e sarà reso agibile per la medesima giornata. 

APERTA-MENTE
7-10 luglio-Lavarone

Si tratta di un festival della durata di 4 giorni, dedicato a bambini e ragazzi (e alle loro famiglie), nel corso del quale sono previsti incontri, laboratori, mostre, spettacoli di teatro-scienza, proiezioni cinematografiche, il gioco-installazione urbano “C’è posto per tutti” realizzato dall’artista Massimo Caccia avente per soggetti principali gli animali presenti nella fauna locale, un convegno con relatori internazionali.

Il Festival, unico nel suo genere in Italia, si concentra sulla divulgazione scientifica per ragazzi e sui modi in cui i vari fenomeni sono narrati, rappresentati e comunicati ai bambini e ai ragazzi nei libri loro dedicati, la cosiddetta letteratura non fiction.
Attraverso le esperienze, la riflessione e i libri, i ragazzi apprendono conoscenze e acquisiscono la capacità di osservare il mondo con uno sguardo curioso, schietto e pronto a mettere tutto in discussione.
Elemento fondamentale sarà la natura degli Altipiani Cimbri, con i suoi alberi, i fiori, le rocce, gli animali, i luoghi, i prodotti locali come il miele, i formaggi, i frutti di bosco, una natura insieme protagonista e scenario dunque di molti dei laboratori. Alla scoperta e all’osservazione della natura sarà dedicata anche la mostra d’autore che accompagna il Festival dal titolo “Là fuori” di Bernardo Carvalho, ispirata all’omonimo libro, recentemente tradotto in italiano e pubblicato da Mondadori.
Alla manifestazione collaboreranno i più importanti musei della provincia: MUSE-Museo delle scienze, il museo d’arte moderna e contemporanea Mart, il Museo della Guerra e la Fondazione Museo Storico del Trentino, l’Università di Trento, la rivista scientifica Planck.


ALBE IN MALGA
9 e 24 luglio, 6 e 21 agosto 2016

"... Sono le 4.35 di sabato 2 agosto. La sveglia, impostata alle 4.40, sta per suonare. Io però sono già sveglia per la smania di vedere e fare tutto quello che ci attende in malga! Stiamo per iniziare l'avventura di #albeinmalga: radunare le mucche con Matteo, mungerle con la signora Mirella, imparare come si lavora il latte per fare il formaggio con il signor Armando. Ecco perchè sono agitata!
Scendiamo in cortile che il cielo, là in fondo, appena schiarisce, prendiamo un caffè con i biscotti preparati freschi freschi e via alla ricerca delle mucche che sono sparse nei pascoli..."

Dormire in malga, svegliarsi all'alba, radunare e mungere le mucche... vivere l'esperienza dei veri malgari...
Nel periodo estivo sull'Alpe Cimbra di Folgaria Lavarone e Lusérn potrete vivere in prima persona le attività e il mondo dell'alpeggio!
Le malghe apriranno infatti le porte al mondo esterno, facendovi conoscere i passi per la produzione del formaggio, nel loro ambiente naturale. Ogni alba sarà speciale perché oltre a seguire la filiera del latte per intero, darà la possibilità di fare un’escursione insieme a guide alpine o accompagnatori di territorio lungo percorsi naturalistici. Ogni mattina si concluderà con una ricca colazione dolce e salata, con uova, formaggi, salumi, pane e torte fatte in casa.
Affrettatevi perché le prenotazioni sono obbligatorie e a numero chiuso! 

DEGUSTANDO L’OLTRESOMMO
17 luglio 2016-Folgaria

Una camminata enogastronomica di 13 km lungo il Sentiero dell'Acqua, tra antichi mulini e segherie, attraverso i borghi di San Sebastiano, Perpruneri, Cueli, Carbonare e Nosellari, immersa nella natura, di livello semplice, adatta alle famiglie
Lungo il percorso saranno disposti dei "Punti Goderecci" in cui i partecipanti potranno assaggiare i prodotti tipici locali realizzati esclusivamente sull'Alpe Cimbra di Folgaria, Lavarone e Lusérn: dal formaggio Vezzena, al miele dei nostri apicoltori, dai salumi tipici, alle "focacce cimbre".
Saranno previste anche le visite, all'Antica segheria dei "Mein", al Mulino "Cuel" appena restaurato e rimesso in moto dopo 60 anni e alle trincee di Prà di Sopra
Lungo il percorso sono poste numerose bacheche illustrative in cui viene raccontata la storia di questi luoghi. La cultura di questi antichi masi sarà accompagnata dal sottofondo del torrente Astico. I colori e i sapori si fonderanno in un'esperienza unica e ricca di piacere.
Un evento unico nel suo genere, ricco di storia, natura e piaceri culinari, tutti da scoprire.

CAMP MONDIALE GIOVANILE E FINALI INTERNAZIONALI DI SCI D'ERBA

19-23 luglio 2016-Malga Rivetta (Lusérn)


Un'iniziativa senza precedenti in tutto il Trentino Alto Adige.
Una manifestazione che vedrà arrivare al centro di sci d'erba di Malga Rivetta atleti (tra i 7 e i 15 anni) provenienti da tutta Europa, in particolar modo da Austria, Francia, Germania, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Svezia, Svizzera e naturalmente Italia, ma anche da alcuni altri Paesi del mondo come Giappone, Taiwan, Cina e Iran, dove la disciplina del Grasski è molto sviluppata. Saranno presenti più di un centinaio di atleti con i loro allenatori di club e federali, nonché accompagnatori e famiglie; oltre 300 persone quindi in totale.
Dal 19 al 21 luglio, si svolgerà il Camp giovanile mondiale dello sci d'erba che avrà un'importanza sportiva per i ragazzi, con momenti didattici e di sviluppo/perfezionamento della disciplina sportiva ma offrirà loro anche molto dal punto di vista culturale, dello scambio e dell'aggregazione con programmi d'intrattenimento, di conoscenza del territorio grazie a visite guidate e di promozione sia dell’Alpe Cimbra che della Valsugana.
Il 22 e 23 luglio, in coda al camp, dalle ore 8.30 fino alle 16.00 circa, vi saranno le competizioni, divise in quattro manches, due in uno slalom speciale e due in uno slalom gigante, valevoli come finali della Coppa Europa giovanile FIS grasski children CUP 2016, nonchè come 2^ tappa "talento verde" coppa Italia.


FESTIVAL DEL GIOCO
24-30 luglio 2016

Alpe Cimbra, luogo incantato dove abitano una streghetta, folletti, fate e gli animali del bosco. Quale posto migliore per organizzare il Festival del Gioco?
Dal 24 al 30 luglio vi aspettano una serie di giochi, spettacoli e laboratori per grandi e piccini. Scopo di questo Festival è far avvicinare le famiglie alla storia, la tradizione e la natura dell’Alpe in maniera divertente e coinvolgente, percorrendo sentieri tematici come il Sentiero Cimbro dell’Immaginario, quello Dalle storie alla Storia o quello delle Pozioni.
L’evento è tutto incentrato sulla storia della streghetta Perti e dei suoi amici che la aiutano a realizzare il suo più grande sogno. Tra nuove amicizie, momenti di sconforto e abbracci riuscirà la bambina a volare?
Durante tutta la settimana i piccoli ospiti dell’Alpe Cimbra potranno partecipare a laboratori creativi e di magia, letture, spettacoli, attività nella natura e a contatto con gli animali e soprattutto tanti tanti giochi pensati anche per i disabili. Il Festival del Gioco si fregia infatti del marchio Open Event garantendo attività accessibili a tutti, tenendo conto delle esigenze delle persone in carrozzina e dei loro accompagnatori.


RASSEGNA LIBRARIA INCONTRI D’AUTORE
Dal 26 luglio 2016-Lavarone

Cosa c’è oltre l’ultima pagina di un libro? Alcune volte quella sensazione di piacevolezza data dal racconto, a volte sgomento. Spesso ci si confronta con nuove consapevolezze che ci mostreranno l’altro lato delle cose o, più semplicemente, domande e curiosità destinate a rimanere lì, sospese.
A meno che a rispondere a quelle domande o sciogliere quelle curiosità non siano la voce e le parole dell’autore o autrice del libro. 
A Lavarone da luglio ad agosto torna la rassegna libraria organizzata dal Comune e dalla Biblioteca Sigmund Freud di Lavarone.
Questo è "Incontri d'autore”, la rassegna libraria alla quale partecipano nomi di spicco del giornalismo, della politica, della cultura e della narrativa italiana contemporanee, per affrontare e discutere temi di vibrante attualità.
Vi partecipano volti noti e rappresentativi dell’attuale panorama culturale italiano, invitati a presentare il loro ultimo libro in un incontro-dibattito con il pubblico presente, dando vita a un vero e proprio happening letterario.


40° ANNIVERSARIO DELLA BANDA FOLKLORISTICA DI FOLGARIA
29-30-31 luglio 2016-Folgaria

La Banda Musicale Folkloristica della Magnifica Comunità di Folgaria è nata nel 1924 come Banda Alpina; ha continuato la sua attività per una quarantina d'anni, con una breve pausa durante la Seconda Guerra Mondiale, fino al 1962, quando si è sciolta per essere poi rifondata nel 1976 grazie ad un entusiasta gruppo di appassionati. Il gruppo attualmente comprende più di 70 membri affiatati e uniti attraverso la bellezza e la sincerità della musica. Attraverso la musica e l'attenzione ai dettagli coreografici, la Banda Folk contribuisce a portare il nome e l'immagine di Folgaria non solo in tutta Italia, ma anche all'estero, trasmettendo così, a quanti la seguono, il calore e l'allegria propri della comunità folgaretana. 
Il 29-30-31 luglio 2016 la Banda Folkloristica di Folgaria organizza la festa per 40esimo anniversario della rifondazione. Saranno tre giorni di sagra con concerti, eventi e le bande di tutta la Vallagarina e anche qualche banda altoatesina.


O-MARATHON
9^ edizione
31 luglio 2016-Lavarone/Luserna-Millegrobbe

Questa gara di corsa orientamento su lunga distanza, si svolgerà domenica 31 luglio 2016 a Malga Millegrobbe dove gli immensi spazi, saranno teatro di questa nuova edizione, che per otto anni si è svolta sul territorio di Folgaria, su percorsi diversi.
Gara altamente competitiva, vista la notevole distanza e lunghezza del percorso, adatta ad atleti particolarmente allenati. Gara individuale del tipo “lunga distanza” con partenza in massa per tutte le categorie; Gara a staffetta svolta con sequenza dei percorsi tipo “Farsta” e partecipazione libera in tutte le frazioni.
Sarà inoltre organizzata la 2^ edizione della Mini O-Marathon, rivolta alle categorie junior e giovani.


MARCIA CIMBRA-LUSERNAR VAIRTA
20^ edizione
31 luglio 2016-Lusérn

Marcia ludico motoria, non competitiva di circa 10 km lungo il misterioso Sentiero dell'Immaginario Cimbro, aperta a tutti e particolarmente adatta alle famiglie. Camminare nei boschi cimbri, a Lusérn attraversando meravigliosi sentieri tematici, alla scoperta della Storia in compagnia von klumma Tüsele Marüsele, dar guat Bolf, dar grümma Basilisko, dar alt Zimbar, dar dickh Per un pin barlikkate Sambinélo e tanti altri cari Amici del Zimbar Balt.

SERRADA FUTURISTA
8^ edizione
7-13 agosto 2016-Serrada

Sazio delle avventure artistiche vissute tra New York e Roma, nel 1941 Fortunato Depero (1892–1960) si ritira a Serrada, a Folgaria, e lì rimane fino alla fine del conflitto. È un periodo difficile, c’è la guerra e l’artista è in difficoltà economiche. Si racconta (ma forse è una leggenda) che, trovandosi nell’impossibilità di saldare l’affitto, abbia offerto al padrone di casa di provvedere con un dipinto, che però non fu accettato. Quanto varrebbe oggi quel dipinto? 
Depero amava Serrada e a Serrada dedicò varie e splendide opere. Il suo fu un amore entusiasta, che risaliva al primo dopoguerra. Nel 1920 alla località preferita dai Roveretani dedicò versi colmi d’ammirazione
I Serradini non hanno dimenticato l’illustre ospite, ne hanno sempre coltivato il ricordo. Per molto tempo gli hanno dedicato il Carnevale Futurista, evento che da qualche anno è stato mutuato in Serrada Futurista, una settimana di eventi… futuristi: futurista è la merenda, futurista la cena, futuriste le passeggiate tra i masi, futurista l’aperitivo, futurista lo spettacolo finale! Un evento in cui la regola non è ammessa!


TRI-WEEK LAVARONE
4° edizione
27-28 agosto 2016-Lavarone

Nel week end 27-28 agosto nella cornice del Lago di Lavarone è in programma un’intesa due giorni di triathlon organizzata dalla soc. 33Trentini Triathlon. Sabato 27 sono previste due gare in MTB: una prova sulla distanza Cross Country ed una sulla distanza sprint. Domenica invece avrà luogo il Triathlon Olimpico in BCD, la gara più prestigiosa sulle distanze classiche: 1500 m di nuoto nel lago, 40 km in bici e 10 km di corsa a piedi.


DESMONTEGADA CIMBRA - ABEVAZZAN IN PERGE
17 settembre 2016-Lusérn

Nel mese di settembre nei territori alpini si festeggia ogni anno il rientro degli animali a valle dalle malghe e dai verdi pascoli che li hanno ospitati per tutto il periodo estivo. Nella piccola comunità cimbra di Luserna/Lusérn, la "desmontegada", la discesa dagli alpeggi che qui chiamano "abevazzan in pèrge", diventa occasione di festa per la piccola comunità cimbra e propone una serie di lieti eventi tra escursioni, gastronomia, avvicinamento agli animali e dimostrazioni della vita in malga.
È la “desmontegada cimbra-abevazzan in pèrge”, è una festa. Si passa Millegrobbe, si ascoltano i tordi “zigalini” che vanno in cerca del sorbo dell'uccellatore. Davanti al gruppo delle vacche la più anziana, la Perla, al collo un campanaccio, alcuni ramoscelli d'abete la adornano. Poi nel pomeriggio all'ora di mungere tutti in stalla per assistere dal vivo ad un gesto antico, la mungitura. Il latte passa dentro e fuori le moderne macchine, attraverso tubi che si attaccano alle mammelle delle vacche. I bimbi, sono molti, osservano raccolgono un po' di fieno e lo danno alle mucche. Storia filosofia, attimi stupendi di una giornata che i promotori (e sono in molti) hanno saputo costruire con intelligenza. Sul piccolo pianoro una vecchia baita coperta di zinco sembra staccarsi dal mondo ed entrare nella luna che sta salendo da dietro il monte. Il vento smette di toccare gli alberi, c'è silenzio, si sente solo lo scricchiolio della legna secca. Tra le pieghe delle strade, dentro luci soffuse, si spegne la giornata e con essa il il sapore della montagna, degli altipiani Cimbri, che a poco a poco si addormentano..."
Molti turisti vedono in questa transumanza il ripetersi del tempo.

fonte: comunicato Stampa - Ufficio Stampa
segnalazione web a cura di Giuseppe Serrone Turismo Culturale